CEETRUS ITALY SIGLA L'ACCORDO SULLA CONTRATTAZIONE DI I

titolo slide
NEWS > CEETRUS ITALY SIGLA L'ACCORDO SULLA CONTRATTAZIONE DI II LIVELLO PUNTANDO SULLA VALORIZZAZIONE DELLE PERSONE

8 febbraio 2019

CEETRUS ITALY SIGLA L'ACCORDO SULLA CONTRATTAZIONE DI II LIVELLO PUNTANDO SULLA VALORIZZAZIONE DELLE PERSONE

Smart working, baby week, fondo dona ore, tutele di genere e centralità della formazione. Sono alcune delle misure innovative contenute nel nuovo contratto integrativo aziendale siglato da Ceetrus Italy, con il supporto degli avvocati Roberta Russo e Francesca Pittau dello studio legale NCTM, e da Filcams, Fisascat e UILTuCS. Il testo, che guarda ai concetti di “co”, “care”, “committed” e “innovative” contenuti nella Vision 2030 aziendale, introduce azioni di well being per agevolare la conciliazione dei tempi di vita e lavoro: oltre alla flessibilità oraria, la disciplina sperimentale per l' anno in corso prevede novità come lo smart working e la baby week. Inoltre, per favorire la solidarietà tra colleghi, è stato creato un fondo interno, “Ceetrus Donaore”, che permette ai collaboratori di donare permessi retribuiti a favore di colleghi con gravi e accertati bisogni personali e familiari, pensando in particolare a chi si prende cura di figli con gravi patologie mediche.

 

Il contratto riconosce la centralità della formazione e dello sviluppo professionale, prevedendo l' investimento sulla crescita personale di ciascun dipendente.
“Siamo convinti che sostenere i collaboratori sia il vero e unico modo di curare gli interessi dell' azienda - dichiara Ethel Brezzo, Responsabile Risorse Umane di Ceetrus Italy – Sono particolarmente soddisfatta per l' introduzione di elementi decisamente innovativi che mirano al benessere complessivo dei collaboratori, che permettono di conciliare il lavoro e la vita privata, e che mettono al centro la formazione e lo sviluppo personale e professionale. Gli elementi di solidarietà sono coerenti con il desiderio di rendere concreta la nostra vocazione in termini di responsabilità sociale. Questo risultato è il frutto di un dialogo continuo e di ascolto e comprensione delle posizioni di tutte le persone coinvolte”.
Il meccanismo di retribuzione variabile è stato rivisto trasformando il premio progresso in “Premio valore”, in base a tre parametri connessi all' attività aziendale.
L' erogazione massima, al raggiungimento di risultati eccezionali, può raggiungere il 25% della Retribuzione Annua Lorda (RAL).

 

I collaboratori, inoltre, potranno decidere volontariamente se convertire l’erogazione derivante dal meccanismo di salario variabile nelle misure definite all’interno di un piano welfare che è stato aggiornato ed ampliato, anche grazie alla creazione di un portale dedicato a convenzioni ad hoc, fornito dal nostro provider welfare Eudaimon.



ARCHIVIO NEWS